Psicosi&Eros: TDM meets La Fidanzata Psicopatica!

"L'amore è quanto c'è di più prossimo alla psicosi"
(Carl Gustav Jung, "Prendimi l'Anima")

Dall'inizio volutamente radical chic con questa citazione da film capite che è Stefania a scrivere questo articolo.
(Tirateladimeno, Stefania, che a forza di fare la snob cinematografica hai litigato con tutti quelli che sostenevano che "La Grande Bellezza" fosse uno schifo - ovvero l'80% delle tue amicizie).
La citazione iniziale, però, era assolutamente necessaria per introdurvi all'argomento di oggi: un'intervista ad un personaggio che ha conquistato i cuori di tutte le fidanzate (e non), dando voce a ciò che la maggioranza dell'universo femminile non ha il coraggio di esprimere: parlo de "La Fidanzata Psicopatica", personaggio creato dalla bravissima Selene Maggistro con cui ho avuto modo di parlare e scambiare qualche idea.


Vediamo di chiarire un concetto: in ognuna di noi c'è un minimo di Fidanzata Psicopatica (in senso buono). Può essere una parte latente oppure espressa con fierezza.
Le relazioni sentimentali sono quanto c'è di più drammatico e noi tutte, che siamo donne di mondo con una certa esperienza (?) sappiamo che a volte stare insieme a una persona comporta una serie di problemi e di scazzi che delle volte ti fanno rimpiangere i bei tempi da single. 
E quindi si passa da Psiche&Eros a Psicosi&Eros, e non c'è proprio nulla da fare. Come si dice a Roma: stacce. This is love.

Già da qualche tempo seguivo La Fidanzata Psicopatica su Twitter: dopo aver preso una buona dose di coraggio, ho deciso di contattarla per un'intervista (ritenendola infatti sulla stessa lunghezza d'onda che da sempre caratterizza noi di TDM). Sono rimasta assolutamente colpita dalla disponibilità e dalla simpatia di Selene, per la quale nutro una grande stima.
Come leggerete nell'intervista, la creazione del personaggio della Fidanzata Psicopatica è stata del tutto improvvisa e accompagnata da un fulminante successo.
Moltissimi sono già i followers su Twitter e sulla pagina fan di Facebook, così tanti che addirittura è stato indetto un contest su chi rappresentasse meglio l'immagine della Fidanzata Psicopatica, cioè Miss Fidanzata Psicopatica 2014 (qui l'album con tutte le foto).
Le vincitrici del contest si aggiudicheranno i seguenti premi creati dalla stessa Selene. Perché sì, Selene ha anche una propria collezione di abbigliamento e di accessori di cui non esiterò a parlarvi.
Andiamo dunque a cominciare!



Selene Maggistro risponde:

1. Una piccola introduzione: tutti conosciamo la Fidanzata Psicopatica, ma Selene Maggistro chi è?
Io sono quella volpe che se non arriva all'uva, va a prendere una scala, un sasso, un bastone e in un modo o nell'altro, quell'uva la prendo.

---

2. Sappiamo che la Fidanzata Psicopatica, in realtà, è scaturita dall'esatto contrario: un ex fidanzato esasperante. Quando hai cominciato a maturare questa idea?
Non è stata un'idea maturata, ma impulsiva. È andata più o meno così "lui vuole che mi cancelli da Facebook? Bene, e io non solo ci resto, ma faccio pure un profilo nuovo, come lo chiamo? Uhm fidanzata psicopatica, proviamo".
Quel ragazzo che m'ispirò a farla, a oggi, è rimasto un mio caro amico. Anzi spesso ridendo, mi dice che vuole i diritti d'autore.
---
3. Avresti mai pensato ad un tale successo?
No, perlomeno non tale. Anche se ancora non riesco a sentirlo "vero". Io lo so che i fan sono tanti e crescono rapidamente, ma nella mia vita non è cambiato nulla. Un'amica una volta mi disse "il successo non ti ha cambiata, te la tiravi anche prima".




4. Qualcuno ha detto che molta popolarità del personaggio della Fidanzata Psicopatica deriva dal fatto che le tue followers sono, a loro modo, anch'esse psicopatiche. Che dici?

Ammetto che in pochi si godono la mia pagina solo per ridere, molte ci credono davvero. Ma forse è proprio per questo che funziona. Perché la gelosia è un sentimento comune e molte non trovano le parole per spiegare quanto possa innervosire un semplice 'mi piace' su Facebook. Io trovo quelle parole.

5. Parliamo di espansioni "in grande stile": Fidanzata Psicopatica ora ha una propria collezione di vestiario e persino di accessori, nati con la collaborazione di JdoubleC. Puoi darci qualche dettaglio?
A) La linea di moda di Fidanzata psicopatica è nata per caso, volevo solo fare qualcosa per i fan della pagina è visto che sono stilista ho fatto capi d'abbigliamento, fossi stata una cuoca, avrei inventato il risotto ai funghi allucinogeni per i fidanzati che non stanno buoni.
B) In verità, Fidanzata Psicopatica e JdoubleC sono due marchi distinti. Ci siamo uniti in più occasioni perché vendiamo prodotti differenti, ma che si assemblano bene tra loro.
Anche quella è stata un'idea impulsiva, nata per caso. Ho conosciuto le ragazze che hanno creato questo marchio e mi sono letteralmente innamorata delle loro creazioni. 

6. A proposito di moda: dato che ora hai creato una prima collezione, c'è la possibilità di continuare ad evolverti nel campo nella moda?
Assolutamente si, già lavoro nella moda, ed è il mio sogno fin da quando ero bambina. Quando andavo all'asilo gli altri bambini disegnavano casette, io vestiti. Ho avuto l'enorme fortuna di crescere dentro l'azienda di moda di mia madre e ho cominciato a imparare, sempre di più, ancora adesso, imparo qualcosa ogni giorno.


7. Abbiamo visto che il colore preponderante, nella tua prima collezione, è il nero. Se facessi ulteriori collezioni spazieresti con altri colori e stili?
Ho optato per il nero seguendo una regola universale che unisce le donne di ogni generazione e cultura, le donne di ogni religione o stato sociale.
Il nero snellisce. Ma in una futura collezione, sicuramente cambierei.
---

8. Qual è il tuo accessorio o capo d'abbigliamento preferito? E cosa invece elimineresti totalmente dal mondo fashion?
Preferito parecchi, perché diciamocelo, i vestiti non sono mai abbastanza. Quello che invece proprio non sopporto sono le scarpe con il buco davanti, dove esce solo l'alluce. Proprio non riesco a farmele piacere. Ancora ricordo con orrore il 2010 dove in giro vendevano solo quelle e io non ho comprato scarpe per più di un anno.


9. Domanda imprescindibile: borsa o scarpe?
Ho dei seri problemi con entrambe. Non posso farne a meno!! Il bello delle borse e delle scarpe è che non importa come sei fatta, magra, grassa, bassa o alta, loro ti staranno sempre bene!
Per questo adoro le borse JdoubleC, in realtà è una sola borsa, a cui si cambia la cover, proprio come facciamo al cellulare.
In pratica se sei molto sobria per lavoro e t'invitano per un aperitivo improvviso, tiri giù una zip e la tua borsa di pelle ne
ra diventa una pochette di jeans e strass.
Un. Sogno.

---
10. Puoi anticiparci i tuoi progetti futuri?
Guarda, io dovrei andare dall'estetista domani e non so nemmeno se riuscirò ad andarci o mi toccherà rimandare. Odio progettare. Non ce la faccio proprio. Sono un'accanita fan di Rossella O'Hara e quindi "domani è un altro giorno"

---

11. Il nostro motto è "Tiratela di meno", che è un modo terra-terra per dire "non darti arie" (e ciò davanti a gente eccessivamente snob che meriterebbe di essere riposizionata). Qual è la tua posizione?
Solitamente ignoro gli snob di proposito, aspetto segretamente che si mettano a piangere perché non se il fila nessuno.


"La Fidanzata Psicopatica" risponde: 
La seconda parte dell'intervista è diversa dalla prima: ho raccolto, in modo del tutto anonimo, situazioni di vita vissuta sia da me che da alcune amiche e conoscenti (anche se credo che almeno una di queste esperienze siano capitate a chiunque delle nostre lettrici), chiedendo alla Fidanzata Psicopatica come lei avrebbe reagito al nostro posto.
E quindi...


Come reagirebbe la Fidanzata Psicopatica se:

- il fidanzato preferisce gli amici?

Il fidanzato non preferisce gli amici per una questione logistica:

Il fidanzato non può avere amici impegnati, perché poi le loro fidanzate potrebbero diventare potenziali altre donne e noi non le vogliamo attorno.
Il fidanzato non può avere amici single perché lo portano sulla cattiva strada.
Il fidanzato acconsente a tutto questo di sua spontanea volontà e senza nessuno che lo minacci di morte.

- il fidanzato ti trascura per il lavoro?

Essere fidanzati con una psicopatica è già un lavoro che richiede un discreto impegno.

- il fidanzato ha una migliore amica troppo presente?

Lui la chiama "migliore amica" o la chiamo "donna che presto farà una brutta fine"

- il fidanzato parla della sua ex?

Le ex fanno parte del passato, sono storie finite e se sono finite un motivo ci sarà e non c'è da preoccuparsi.

Stocazzo!! Se nomina la sua ex una settimana in cantina a pane e acqua.
- il fidanzato va tutte le sere a giocare a (inserire sport a caso)?

Ma tu guarda! È anche io mio sport preferito, andiamo insieme.

- il fidanzato si vergogna di te perché professionalmente hai una posizione più bassa della sua?

Ha ragione, meglio cambiare lavoro, potrei diventare estetista e cominciare a fargli la ceretta alla barba.

- il fidanzato non vuole iscriversi su Facebook?

Perché no? E allora dove ti vuoi iscrivere su badoo?! Vedi che farò controlli a sorpresa alla tua cronologia e se trovo un mezzo sito dove sei iscritto ti butto nel falò di ferragosto facendolo passare per un incidente!

- il fidanzato ha un rapporto (eccessivamente) unito con sua madre?

È giusto che anche un fidanzato possa avere un'amica, sua madre è perfetta.

- il fidanzato nasconde l'orario di Whatsapp?

Ahahahahahah quelli che vogliono fare i furboni togliendo l'orario dell'ultima connessione! Vedi che resto connessa finché non ti vedo online e se poi ti vedo son cazzi.




Ringraziando tantissimo Selene per la sua disponibilità, vi invitiamo a dare un'occhiata alla pagina fan di facebook della Fidanzata psicopatica... la risata sarà assicurata!
Baci,
- Ste



[continua...]

La vincitrice del nostro terzo giveaway!

Ben ritrovati!
Oggi un quick post per annunciare la vincitrice del nostro terzo giveaway che vedeva come primo premio la fantastica borsa Guess (ne abbiamo parlato qui).



Il metodo di estrazione è assolutamente all'avanguardia.
Considerato che il solito programmino di selezione casuale che abbiamo sempre usato per le estrazioni (The Hat) è stato bloccato - non si sa come - dal pc, abbiamo optato per un metodo altamente tecnologico: abbiamo scritto tutti i vostri nomi su dei bigliettini, li abbiamo mescolati e messi dentro un sacchetto.
L'estrazione è stata effettuata con la gentile collaborazione di Luca, fratello di Stefania (quindi se il risultato non vi sta bene... prendetevela con lui!!).
(Sì, siamo persone serissime)

Bando alle ciance! La vincitrice del nostro terzo giveaway è...



Melissa Gambasin!

Nel caso in cui la vincitrice non si renda reperibile entro 7 giorni, sarà rifatta una nuova estrazione.
Ringraziandovi di cuore per aver partecipato, ci ritroviamo al prossimo giveaway!
Baci,
Stefania&Sara


[continua...]

Esprit yourself!

Buongiorno e ben ritrovati!
Oggi un articolo a quattro mani dedicato a uno dei più valevoli brand internazionali: stiamo parlando di Esprit, azienda made in California che dal 1968 ci delizia con la grande varietà di abiti, accessori e non solo.


Chiunque abbia già avuto a che fare con questo brand saprà che la scelta è vastissima sia per l'abbigliamento donna che per l'abbigliamento uomo e bambino.
Per non parlare poi delle numerosissime linee delle varie collezioni: spaziamo dall'abbigliamento per cerimonia a quello sportivo, passando per i costumi da bagno e concludendo con la lingerie.
Insomma: quando si entra in un negozio Esprit difficilmente si esce con le mani in mano, vuoi per il perfetto binomio qualità-prezzo ma anche per le infinite possibilità di scelta che vengono presentate.

E parliamo proprio di scelta: conoscendo molto bene Esprit e la sua politica, oggi vogliamo proporvi un post dove entrambe prenderemo in considerazione una particolare linea della collezione donna, e ciò secondo i nostri personali gusti.
Andiamo quindi a cominciare!


Scelti per voi da Stefania 
ABITI PER MATRIMONI & OCCASIONI SPECIALI - a tinta unita

















Ve l'avevo raccontato che sono stata ufficialmente scelta come testimone di nozze?
Considerato quindi che sono diventata un'esperta sull'argomento, quale migliore occasione per parlarvi degli abiti per le grandi occasioni!
La parola d'ordine: abitini a tinta unita, di diversi colori e tessuti.
Ho scelto principalmente abiti in raso, pizzo e chiffon, sia corti (poco sopra il ginocchio) che lunghi, per le occasioni più formali.
Essendo un'amante del rosa, ho adorato principalmente i colori  "peach blossom" e "frosted peach" (3° e 8° vestito). In particolare i colori pastello formano un perfetto connubio con lo chiffon e il pizzo, in modo tale da rendere l'abito sia elegante che romantico.
Il prezzo di questi favolosi abitini parte da 79,99 euro (per quelli più corti e minimal) fino ad un massimo di 139,99 (per quelli più elaborati).
Il mio preferito? Ovviamente l'abito morbido in chiffon stropicciato, colore frosted peach, rigorosamente da abbinare con una pochette o una clutch e con accessori dorati (quali, ad esempio, la bellissima collana decorata con fiori e, in coordinato, gli orecchini pendenti con fiori dorati). Il look si presenta raffinato e sensuale, il tutto con una spesa assolutamente ragionevole.



Scelti per voi da Sara
NOTTI DI FESTA - Linee sexy e dettagli luccicanti per chi ama sfoggiare un look glamour nelle notti di festa










Il tema da me scelto è quello delle notti glamour di festa e ho selezionato i capi che più mi hanno colpita, e vi giuro che c'è l'imbarazzo della scelta! Se non dovessi cucinare, avrei passato ore a perdermi sul sito.
Non c'entra niente il fatto che da buona gazza ladra sono attratta da tutto ciò che luccica e che quindi questi capi mi abbiano fatta completamente gongolare.
Ho puntato sulla varietà, perché quanto è scontato indossare il classico tubino nero per un'uscita serale? Ammettiamolo, lo facciamo tutte!
Qui invece c'è un'ampia scelta: c'è lo chiffon, ci sono i vestitini gioiello con applicazioni luccicanti, c'è il pizzo ma ci sono anche la gonna in jersey con le pietre, la skort pieghettata (personalmente un must have) e il denim.
Jeans da abbinare magari a quella bella camicetta dark night blue con le pietre.
A dominare è il blu in tutte le sue sfumature: nel colore della notte o dai toni più chiari, ma ci sono anche le tinte calde del corallo e del tramonto, che richiamano subito l'estate.
Questo anche negli accessori che, si sa, sono fondamentali nella costruzione di un outfit.
Esprit è anche questo: bijoux, borse e scarpe. Cosa dire di questi bellissimi stivaletti, se non che sono finiti direttamente nella mia wishlist?!
Per gli abiti da me selezionati i prezzi partono dai 79,99 euro e arrivano massimo a 99,99 euro.

In particolare: i consigli by Esprit

Un altro aspetto sul quale volevamo soffermarci sono i consigli che Esprit dedica alle proprie followers.
Sulla pagina fan di Facebook, infatti, vengono proposti i più svariati outfits a seconda dell'occasione (estate in città o vita da spiaggia, tenendo conto anche degli stili di ognuna).
Riteniamo che questa idea sia assolutamente utile per chi, pur avendo una montagna di vestiti e di accessori, non ha la minima idea di come abbinarli (leggi: storia quotidiana di TUTTE le donne)!
Di seguito, alcune proposte di Esprit tratte dalla pagina fan di Facebook:





Ci sarebbero ancora una moltitudine di cose di cui parlarvi ma sappiamo che il tempo è tiranno e lo spazio è quello che è.
Probabilmente torneremo con molto piacere a parlarvi di Esprit in un prossimo futuro, magari in vista delle nuove collezioni A/I 2014-15!
Se siete interessati a saperne di più, lasciamo il link dove potrete trovare Esprit!



E voi che cosa ne pensate di questo brand? Avete mai avuto occasione di provarlo?
Fatecelo sapere con un commento qui sotto!
Baci,
Stefania&Sara



[continua...]

Mali del nuovo millennio: Espadrillas

Double post per me, signori e signore!
Dopo avervi deliziati con le meraviglie di Caleidos, oggi sono qui per ottemperare al sacro motto "bastone e carota".
Ormai è da qualche settimana che leggo post entusiasti su un celeberrimo modello di calzatura, tornato prepotentemente "di moda" con l'avvicinarsi delle estate.
Sembrerebbe che la maggioranza abbia accolto con estremo favore il ritorno delle Espadrillas, tanto da definirle addirittura la calzatura must dell'estate (strano, lo hanno detto anche nel 2013).

No, io non ci sto.
E sì, con questo articolo effettivamente sto dando ulteriore popolarità a un tipo di calzatura che non mi piace e che non metterò mai (del resto lo diceva anche Oscar Wilde: nel bene o nel male, l'importante è che se ne parli), ma sentivo l'estremo bisogno di parlarne per chiedere a voi, outside world, che cosa ne pensiate.
Io sono sicura che là fuori c'è qualcuno che, come me, aborra le Espadrillas. Siate coraggiosi e venite allo scoperto: Espadrillas-haters di tutto il mondo, unitevi!

Pertanto, casomai potesse interessarvi:

Io dico no alle Espadrillas.



Mi era già successo qualche tempo fa, quando c'era la passione per le orribili calzature di Isabel Marant, chiamate per gli amici "le marrantazze" (a dimostrazione di quanto potesse essere un prodotto di finezza ed eleganza).

Era circa il 1995 (ero ancora molto, molto giovane) quando, vedendo mio padre con addosso un paio di scarpe simil-ciabatta (blu scure, con la suola in corda - me lo ricordo ancora) rimasi incuriosita e decisi di chiedere lumi a mia madre.
Lei mi rispose: "Sono Espadrillas. Le usano in Spagna, ma sono bruttissime. Ecco perché papà le usa come ciabatte da casa".
In effetti si spiegherebbe da chi io abbia preso questa forma mentis. Bravo Jean Piaget, vedi che in fin dei conti c'avevi ragione.
Ho riposto queste scarpe nell'oblio fino a quando non ne ho sentito parlare l'anno scorso e, con estrema prepotenza, anche quest'anno.
Per non restare sul piano delle critiche sterili, vediamo di dare un quadro più completo della situazione.

Nate tra i territori dei Pirenei e della Catalogna e esistenti almeno dal XIV secolo (ci sono infatti dei negozi nei Paesi baschi che fanno questa calzature da più di un secolo!), le espadrillas sono state concepite come calzature usate dai contadini (ma no, dai, non avrei mai detto).
In seguito hanno fatto fortuna, venendo indossate dagli spagnoli (soprattutto dalle donne) in primavera ed estate. In particolare queste scarpe spopolarono negli Stati Uniti prima nel 1940, e in seguito nel 1980 (e ciò grazie al telefilm "Miami Vice") per poi (ri)approdare ai giorni nostri.

Struttura tipica delle espadrillas tradizionali sono: una tela superiore con la punta e tomaia (parte superiore della calzatura, NdR) tagliata in un solo pezzo, cucito con un corda unica ai lati. 
Il materiale della suola sovente è corda, ma può accadere di trovare altre varianti più "ricercate" (magari in gomma, anche perché la corda è facilissima da inzuppare - quindi immaginatevi nei giorni di pioggia).
La tela superiore può essere in vari materiali (principalmente tessuto), tant'è vero che molti stilisti hanno reinventato la scarpa con stili diversi, includendo anche seta e plastica.

E quindi ecco una selezione delle espadrillas creati sia da maison di alta moda sia da brand low cost:

Dolce&Gabbana


H&M

Zara

Chanel

Jimmy Choo

Jimmy Choo

Christian Louboutin


Louis Vuitton


Stradivarius

Tommy Hilfiger

Tory Burch


Valentino

Calvin Klein





Io mi rendo conto che con questo post mi si riverserà contro l'ira funesta della maggioranza.
Ma non odiatemi, che io vi amo tutti.
Il motivo principale del mio dissenso è dovuto al fatto che le espadrillas non rientrano esattamente tra i canoni di eleganza e ricercatezza che io ritengo fondamentali, quindi la mia è una presa di posizione dovuta più che altro a un mio gusto personale.
E voi che cosa ne pensate? Siete del partito pro o contro?
Fatemelo sapere con un commento qui sotto!
Baci,
- Ste


PS: questo weekend ero a Riccione e, vuoi per fortuna o segno del destino, sono capitata alla sfilata di Riccione Moda 2014. Considerato che è stato un evento improvviso non ho potuto fare foto decenti (ero con il cellulare, quindi capirete), ma casomai vi interessasse trovate alcuni scatti nell'album che ho pubblicato sulla nostra pagina fan di Facebook.

PPS: ultimo giorno di Giveaway! Da domani cominceremo lo spoglio del vincitore che si aggiudicherà la borsa Guess!


[continua...]